L’ Alopecia areata è curabile?

alopecia areata

Che cos’è l’ Alopecia areata?

L’ Alopecia areata, detta anche Area Celsi, è una patologia che interessa sia uomini sia donne, si può manifestare in giovane età oppure in età matura. Questo tipo di alopecia causa un accentuato diradamento della chioma che assume forme solitamente circolari ed è localizzata generalmente nelle zone frontali e occipitali del cuoio capelluto. Nel tempo, questa può progredire e coinvolgere aree sempre più ampie fino a diventare totale, con la perdita di quasi tutta la capigliatura. Le chiazze possono essere piccole e distanti fra loro oppure molto più ravvicinate.

Quali sono le cause?

Nel 30% dei casi, la patologia può essere associata a onicopatia e atopia. Può essere, inoltre, ereditaria e avere una connotazione “autoimmune” ed essere quindi causata da virus che attaccano proteine cellulari simili a quelle del follicolo pilifero, scatenando la reazione del sistema immunitario. Questo nel tentativo di debellare il virus espelle in superficie il capello e ostacola l’attività del follicolo stesso, intrappolandolo nella fase di riposo. Se la definizione della patologia non è difficile da decretare, non è altrettanto semplice conoscere le cause che l’hanno scatenata poiché possono essere davvero le più diverse. Ecco perché abbiamo citato quelle più comuni e associate nel maggior numero di casi alla malattia.

L’ Alopecia areata può essere curata?

Questa tipologia di alopecia, in alcuni casi, può anche risolversi spontaneamente o progredire ulteriormente perché si tratta di una malattia a carattere imprevedibile. Spesso può accadere che i capelli ricrescano in una data area ma che si formino nuove chiazze diradate, rendendo la definizione della terapia ancora più complessa.

Esistono dei trattamenti ad hoc per curare l’ Alopecia areata, ma ogni trattamento dipende dallo studio delle cause che hanno indotto lo sviluppo della patologia. Una corretta anamnesi della malattia è il primo passo per agire con cure mirate e ottenere dei risultati visibili. La prima cosa da fare, quindi, è rivolgersi ad un centro tricologico di fiducia per una valutazione iniziale e lo studio delle cause che hanno scatenato la caduta dei capelli, la tempestività è fondamentale per bloccare il prima possibile la patologia, infatti, più si attende e maggiori saranno le difficoltà per arrestare il decorso. Se possibile eliminare le cause seguendo una terapia personalizzata, i capelli riprenderanno il proprio ciclo di crescita dopo qualche mese in proporzione alla gravità del fenomeno.

Photo Credit: hairclinic.it

Effettua il check-up gratuito

Ti aspettiamo nelle nostre sedi di Rovigo e Ferrara per un consulto con i nostri tricologi!


Leggi anche questi articoli

Trapianto di capelli: quando ricrescono i capelli?

Quali sono le tempistiche di ricrescita dei capelli dopo essersi sottoposti al trapianto di capelli? Nelle prime settimane i miglioramenti sono quasi impercettibili ma vediamo assieme quali sono le tempistiche!

Telogen

È la fase di riposo e il periodo terminale durante il quale il capello si trova ancora nel follicolo pilifero … Vedi articolo

Catagen

È una fase transitoria, nella quale le attività del follicolo pilifero si bloccano e il bulbo non produce più cellule, … Vedi articolo