Forte diradamento dei capelli frontale femminile: la storia di Laura F.

diradamento dei capelli

In questa sezione il nostro esperto Prontocapelli racconta la storia della Sig.ra Laura F., nostra cliente da 3 anni che ha intrapreso un percorso di trattamenti per un problema di forte diradamento dei capelli.

R (redazione): Buongiorno Sig.ra Paola, ringraziamo per la disponibilità. Siamo qui oggi per raccontare il caso di una vostra cliente con problemi di forte diradamento dei capelli. Iniziamo.

Può raccontarci qualcosa in merito? Come si è presentata la cliente?

P: Buongiorno, certo. Il caso della Sig.ra Laura è stato per noi inizialmente non semplice da risolvere, si è trattato di un percorso lungo affrontato assieme a lei che con molta costanza ha seguito le mie indicazioni. Partiamo dal principio.

La signora Laura si è presentata presso la nostra sede di Rovigo circa 3 anni fa con l’intento di acquistare una parrucca poiché presentava un cospicuo diradamento sulla parte frontale della testa e riteneva di non avere altre soluzioni valide, si era rassegnata a coprire e nascondere il suo problema agli altri ed anche a se stessa.

Quali erano le sue condizioni e che trattamenti ha intrapreso?

P: La sig.ra Laura era molto scoraggiata in quanto, anno dopo anno aveva visto la sua capigliatura diminuire di volume ma la situazione si era ulteriormente aggravata negli ultimi mesi precedenti l’arrivo con la comparsa di alcune chiazze alopeciche che rendevano il cuoio capelluto molto visibile, che poi ho scoperto essere causate dallo stress della continua caduta.

All’atto dell’acquisto della parrucca, che la sig.ra Laura ha voluto fortemente indossare fin da subito, il responsabile le ha consigliato di prenotare una visita tricologica con me per verificare lo stato della caduta dei capelli e la condizione del cuoio capelluto poiché poteva trattarsi di una situazione recuperabile. La sig.ra, con scetticismo ha però accettato il consiglio del mio collega ed ha fissato qualche giorno dopo l’appuntamento.

Come si è svolta la visita Tricologica? Qual è stato l’esito?

P: Il giorno della visita ho potuto appurare, attraverso esami come il monitoraggio del cuoio capelluto che era possibile intervenire attraverso dei trattamenti strumentali e a base di prodotti topici ma, la prima cosa da fare era disintossicare il cuoio capelluto da tutte le cure precedentemente fatte per poter permettere di ricevere in maniera adeguata le sostanze curative. Abbiamo convenuto, assieme a Laura, di procedere con una pulizia approfondita della cute e di rimandare i trattamenti a data da destinarsi.

Come si fa a pulire il cuoio capelluto?

P: Ho preparato a Laura una scheda con le indicazioni di prodotti specifici da usare ed indicato le modalità per pulire a fondo il cuoio capelluto: si trattava sostanzialmente di un abbinamento personalizzato di prodotti igienici. Ho spiegato che la frequenza era ed è molto importante per ottenere buoni risultati, è necessario lavare i capelli anche tutti i giorni massaggiando energicamente il cuoio capelluto e rispettando i tempi di posa dei prodotti.

Dopo la pulizia si sono visti miglioramenti del cuoio capelluto?

P: Laura ha seguito alla lettera e con costanza le mie indicazioni e nel giro di qualche settimana è stato possibile riportare lo stato del cuoio capelluto a livelli ottimali.

Qual è stato il passaggio successivo? Si sono visti miglioramenti per il diradamento?

P: In queste circostanze è stato possibile procedere con la cura che consisteva in alcuni cicli di trattamenti strumentali e non con prodotti specifici e calibrati appositamente per la Tricopatia della sig.ra, le cure sono state affrontate sia in sede che a casa. Attraverso i cicli di trattamento è stato possibile stimolare la microcircolazione cutanea e i follicoli piliferi con la conseguente nuova crescita dei capelli nei mesi successivi. Infine, la sig.ra ha potuto abbandonare definitivamente la parrucca.

Com’è stato per Prontocapelli affrontare questo caso?

P: Questo per noi è stato un caso particolare poiché risolto in sinergia con uno specialista che collabora con noi da tanti anni e che ha lavorato soprattutto sull’aspetto psicologico della signora, cercando di liberarla dall’ansia e dalla negatività che il forte diradamento dei capelli le aveva indotto.

Oggi la signora Laura continua a venirci a trovare e ad usare i nostri prodotti con continuità poiché ha riscontrato una certa qualità rispetto ad altri più commerciali.

R: Bene, si può quindi affermare che non bisogna mai arrendersi e che se si riscontra una caduta dei capelli anomala e un forte diradamento dei capelli è importante rivolgersi ad uno specialista con tempestività per un primo check up poiché potrebbe trattarsi di un fenomeno reversibile. La ringrazio per la disponibilità. Buona giornata.

P: A lei, buongiorno.

Effettua il check-up gratuito

Ti aspettiamo nelle nostre sedi di Rovigo e Ferrara per un consulto con i nostri tricologi!


Leggi anche questi articoli