Calvizie maschile: come evitarla? Ecco cosa fare!

calvizie maschile

Il vecchio stereotipo che vede la cura dei capelli come preoccupazione primaria solo per le donne non è veritiero, infatti, un recente sondaggio mostra che quando si tratta di questioni di acconciatura, calvizie maschile e cura dei capelli, gli uomini che se ne interessano sono in crescente aumento.

Dalla ricerca risulta che circa il 44% degli uomini intervistati non siano soddisfatti della propria chioma e abbiano diversi problemi, tra cui anche la perdita dei capelli. Alcuni risultati delle ricerche sostengono che circa 8 uomini su 10 pensano che l’aspetto della propria chioma sia importante e che sia sede in parte della propria autostima e virilità. Chi ha problemi di calvizie maschile si sente così insicuro, poco attraente, imbarazzato e triste. Dallo studio si evince che gli uomini hanno un rapporto profondo e complesso con i propri capelli, proprio come il genere femminile, circa l’86% sostiene, infatti, essere un riflesso del loro stile.

Per quanto riguarda l’igiene e la cura della capigliatura molti uomini ritengono che la pulizia sia alla base della salute dei capelli. I lavaggi sono solitamente frequenti tra gli intervistati ma possono diminuire qualora si dovesse intuire una maggiore caduta. Errore primario e credenza da sfatare: lavare i capelli non può accentuare la perdita degli stessi, proprio perché i capelli che cadono si sarebbero staccati comunque fisiologicamente. Le cause, infatti, che inducono la caduta dei capelli sono diverse, tra cui la predisposizione genetica, e non dipendono in nessun caso dal lavaggio o dallo spazzolamento. Agire sulla caduta è possibile solo dopo aver individuato i fattori scatenanti e modificare la dieta alimentare per bilanciare i nutrimenti necessari al nostro organismo può essere un buon punto di partenza.

L’indagine ha evidenziato che gli uomini compresi nella fascia d’età tra i 45 e i 55 anni, in seguito alla diminuzione del volume della propria chioma, si sentano meno desiderabili e infelici. È credibile, infatti, che persone in questa fascia abbiano più probabilità di essere interessati da calvizie maschile. La buona notizia è che esiste un modo per contrastare la caduta dei capelli, per prima cosa è fondamentale eseguire un check up per verificare lo stato di salute di cuoio capelluto e capelli, individuare le cause della calvizie e una volta escluse quelle definitive e irreversibili è possibile intervenire seguendo una terapia adatta a contrastare il fenomeno.

La perdita dei capelli può quindi essere arginata in diversi casi ecco perché è opportuno rivolgersi tempestivamente ad un centro tricologico di fiducia, il tempo è un fattore fondamentale!

Effettua il check-up gratuito

Ti aspettiamo nelle nostre sedi di Rovigo e Ferrara per un consulto con i nostri tricologi!


Leggi anche questi articoli

Anno nuovo, capelli nuovi!

All’inizio dell’anno tra i nuovi propositi vi è di essere soddisfatti dei propri capelli, come? Scopriamolo assieme!