Come si applica la protesi capelli?

Protesi capelli applicazione

Quando si acquista la protesi capelli è importante essere informati sulle principali caratteristiche ma è altrettanto fondamentale conoscere i diversi metodi di ancoraggio e fissaggio. Ecco perché chiedere la consulenza di un esperto, è basilare per farsi guidare nella scelta della protesi più adatta.

Esistono, infatti, differenti tipi di ancoraggi, distinguibili per i metodi con i quali vengono fissati, vediamo assieme quelli più diffusi:

  • Nastro biadesivo –> è un tape anallergico che applicato può durare fino a 15 giorni. È facile da mettere e da rimuovere, infatti, con un po’ di pratica sarà possibile eseguire l’operazione in tutta tranquillità anche a casa. Il nastro è resistente al sudore e all’acqua.
  • Implantologia esterna –> è un metodo di ancoraggio che permette di portare l’infoltimento per circa 3 mesi senza avere alcun problema di distacco. L’applicazione e la rimozione devono essere fatte in un centro preposto per opera di personale specializzato. Questo metodo garantisce libertà al portatore consentendo di svolgere le normali attività quotidiane come ad esempio lavaggio dei capelli e sport.
  • Klipps –> sono gancetti a ghigliottina o a pettine che sono applicati sulla base della protesi e agganciati a piccoli ciuffi di capelli, rendendo così l’infoltimento stabile. In questo caso la protesi può essere tolta a domicilio con facilità per poi essere riapplicata alla necessità. Solitamente le klipps sono meno usate a scapito di altre tipologie di ancoraggio più confortevoli.

Quali sono le fasi di applicazione dell’infoltimento?

Vediamo assieme quali sono le fasi standard per applicare la protesi per la prima volta:

  1. Lavaggio dell’infoltimento: l’igiene della protesi permette di rendere la base atta all’applicazione. Il lavaggio dev’essere eseguito utilizzando prodotti igienici specifici per protesi siano esse in capelli naturali o sintetici.
  2. Lavaggio dei capelli: è importante procedere alla pulizia del cuoio capelluto per eliminare grasso e varie impurità.
  3. Applicazione: posizionamento e fissaggio dell’infoltimento secondo i sistemi citati come nastro biadesivo, klipps o implantologia esterna. La prima volta è preferibile far eseguire l’applicazione a personale specializzato.
  4. Taglio dei capelli e della protesi: il taglio serve per rendere omogeneo l’infoltimento e integrarlo ai capelli esistenti rendendolo così invisibile. È importante aver chiaro il risultato estetico che si vuole ottenere. Solitamente si procede per gradi, iniziando a dare una prima forma al taglio per poi procedere con le rifiniture finali.
  5. Asciugatura e piega: infine, è possibile procedere con l’asciugatura e l’acconciatura, utilizzando phon, ferri, piastre ed altri.

Ogni protesi capelli ha il suo sistema di ancoraggio che può variare in base alle esigenze e stile di vita della persona. Come anticipato la supervisione di uno specialista durante il processo di scelta e applicazione dell’infoltimento è fondamentale per avere un lavoro di qualità e che sia il più naturale e confortevole possibile.

Contattaci senza alcun impegno

Vieni a trovarci in una delle nostre sedi per una consulenza gratuita con personale specializzato!


Leggi anche questi articoli

Cos’è la protesi per capelli?

Tra i metodi più efficaci per infoltire i capelli, la protesi è quello più diffuso, perché facilmente adattabile a tutti. Approfondire cos’è la protesi e quali sono le sue caratteristiche è importante, per capire come approcciarsi all’argomento.