Protesi per capelli: quanto spesso eseguire la manutenzione?

protesi per capelli

La protesi per capelli rappresenta una valida soluzione a problemi di calvizie e diradamento sia diffuso che localizzato ma richiede una certa cura per mantenerla strutturalmente in buono stato e per igienizzarla nel modo migliore, vediamo di che cosa si tratta!

Come anticipato la protesi per capelli non può durare in eterno e fisiologicamente i materiali con il passare del tempo si consumano, per cui l’attrito, lo strofinamento, l’uso ma soprattutto la scarsa igiene sono tra le cause più comuni del deterioramento generale dell’infoltimento.

La protesi per capelli è formata da parti con determinate caratteristiche che possono nel tempo rovinarsi e sarà quindi necessario intervenire, vediamo quali sono i fattori da considerare:

  • Tipo di base;
  • Tipo di ancoraggio;
  • Tipo di capelli;
  • Densità e colore dei capelli.

Che cos’è la durata?

Si tratta del tempo trascorso tra la prima applicazione dell’infoltimento e il momento in cui è necessario sostituirlo.

Nel tempo, infatti, la protesi per capelli si usura, come ad esempio la diminuzione della densità dei capelli, dovuta a ripetuti gesti meccanici o ad un utilizzo improprio. La protesi, inoltre, può rovinarsi anche nella sua base, i materiali che la formano possono usurarsi e lacerarsi con l’uso intensivo e poco attento alla normale manutenzione dell’infoltimento.

Per questo la durata è correlata a fattori soggettivi e oggettivi, quali:

  • Lo spessore della base;
  • La qualità dei capelli;
  • Il tipo di ancoraggio;
  • Le caratteristiche della cute (se grassa e con sudore acido);
  • Stile di vita;
  • Frequenza dei lavaggi.

Comprendere la distinzione tra fattori soggettivi ed oggettivi è importante per garantire una buona durata al vostro infoltimento, poiché una manutenzione ordinaria ed accurata è basilare per la sua integrità.

Cosa s’intende per manutenzione ordinaria?

Igienizzare l’infoltimento è fondamentale, rimuovere, infatti, residui di sudore acido e altre sostanze che giornalmente vi si depositano contribuisce a salvaguardare i materiali che lo compongono. Attraverso il lavaggio con shampoo appositi si riesce a rimuovere batteri e residui dannosi da base e capelli, è poi indicato l’uso di una cheratina naturale per l’idratazione profonda dei capelli e di un prodotto condizionante e ristrutturante da applicare per ultimo che agisca come filmogeno contro gli agenti esterni.

Si consiglia di lavare l’infoltimento almeno 2 volte la settimana e di recarsi almeno 1 volta al mese presso un centro specializzato dove eseguire un’accurata pulizia e rigenerazione della protesi.

Cosa s’intende per manutenzione periodica?

È particolarmente indicata per infoltimenti che hanno già qualche mese di vita e serve a migliorare la durata intervenendo sulla struttura stessa e sulla base con riparazioni puntuali e microinterventi di prevenzione di possibili cedimenti o sgretolamenti.

Si consiglia di fare molta attenzione alla qualità della protesi capelli e di puntare al meglio per avere una buona durata di circa 2-3 anni. È bene precisare che la ricerca sui materiali ha fatto passi da gigante per garantire infoltimenti sempre più confortevoli e leggeri per questo i materiali sono meno spessi e più sottili.

Contattaci senza alcun impegno

Vieni a trovarci in una delle nostre sedi per una consulenza gratuita con personale specializzato!


Leggi anche questi articoli

Infoltimento Integra

Integra è la soluzione di integrazione tricologica per il diradamento o la calvizie di medio livello ideata da Prontocapelli. Grazie alle … Vedi articolo