Alopecia da radiazioni

La radiodermite del cuoio capelluto può comparire in seguito a trattamenti radioterapici a scopo terapeutico (per la cura di tumori o altre malattie), ad accertamenti diagnostici, ad eventi bellici (per esembio bombe atomiche) o ad incidenti sul lavoro.

La radiodermite può essere:

  • acuta: che è da ritenersi transitoria;
  • cronica: che può manifestarsi anche dopo 20-30 anni dall’esposizione. In questo caso la cute diviene secca e sottile, vengono meno le strutture pilosebacee e si evidenziano teleangectasìe (dilatazioni permanenti dei piccoli vasi superficiali della cute) e discromìe (variazioni del tipo e della tonalità dei colori).

Leggi anche questi articoli