Neve carbonica

Si tratta di anidride carbonica (CO2) allo stato solido; Stato che viene raggiunto quando la temperatura raggiunge i -78,5°.
Viene normalmente commercializzata con il nome di “Ghiaccio Secco”, e utilizzata in dermatologia nella crioterapia, ovvero la terapia del freddo.
Può risultare molto utile nella cura di malattie cutanee grazie al potente effetto analgesico ed antiinfiammatorio.
In alcuni casi viene utilizzata nella cura dell’alopecia areata, raffreddando la zona colpita dalla patologia infatti si favorirebbe temporaneo ristagno del sangue che faciliterebbe l’assunzione delle sostanze nutritive da parte della matrice del capello.


Leggi anche questi articoli

Trapianto di capelli: quando ricrescono i capelli?

Quali sono le tempistiche di ricrescita dei capelli dopo essersi sottoposti al trapianto di capelli? Nelle prime settimane i miglioramenti sono quasi impercettibili ma vediamo assieme quali sono le tempistiche!

Telogen

È la fase di riposo e il periodo terminale durante il quale il capello si trova ancora nel follicolo pilifero … Vedi articolo

Catagen

È una fase transitoria, nella quale le attività del follicolo pilifero si bloccano e il bulbo non produce più cellule, … Vedi articolo